Il TIME-IN-RANGE (o tempo di permanenza nel range) è il parametro che può migliorare il controllo della glicemia e la gestione del paziente diabetico

Il monitoraggio continuo del glucosio (CGM) fornisce un quadro più completo del controllo glicemico rispetto alla sola HbA1c: interpretare questi dati in modo standardizzato e impiegare target clinici chiari e comprensibili può aiutare specialisti e pazienti a utilizzare questa tecnologia in modo più efficiente, migliorando gli outcome nel lungo periodo.1

Il Time-in-range (TIR) è una metrica di controllo glicemico che valuta il tempo trascorso dal paziente all’interno di un determinato intervallo glicemico (70-180 mg/dL). Si tratta di un parametro essenziale del CGM.2

Per la maggior parte dei pazienti con diabete mellito di tipo 1, il TIR target è >70% del tempo nell’arco della giornata; tuttavia, questo target può essere personalizzato in base alle caratteristiche del paziente.2

Nella videointervista, il Professor Tadej Battelino dell’Università di Lubiana offre un interessante approfondimento sul tema.

RISORSE CORRELATE

Infografica: Time-in-range

 NEWS 

Cos’è il Time-In-Range e come può migliorare la gestione del paziente diabetico

HbA1c: emoglobina glicata.

Bibliografia.
1. Dovc K, et al. Clin Pediatr Endocrinol 2021; 30 (1): 1-10. 2. Battelino T, et al. Diabetes Care 2019; 42: 1593-1603.

 

MAT-IT-2200228

Esplora anche:

Diabete e alimentazione

 KIT PAZIENTE 

Alcuni consigli per la cura dell'alimentazione nel soggetto diabetico.
 

One Drop: monitorare la glicemia e gestire il diabete

 PANORAMA APP 

Gestire il diabete sfruttando il potenziale dell’integrazione tecnologica
 

Indice HOMA-IR

 CALCOLATORI 

Per stimare l’insulina resistenza a partire dai valori di glicemia e insulinemia a digiuno
 

Quick links